Header Image

prova articolo

Mar 01, 2017

refneruignioermgioerger

grt

hrthtr

hrthr

UNA FAMIGLIA FA PRIMAVERA

Apr 27, 2016

13015553_805172712920948_134641560527838772_n

Il prossimo 30 aprile Famiglie Arcobaleno festeggia la Festa delle Famiglie, una ricorrenza che ci vede impegnati da sette anni nello sforzo di far incontrare e conoscersi tutte le tipologie di famiglie presenti nel nostro Paese.

Quest’anno la festa si svolgerà a Milano, con il patrocinio del Comune di Milano e del Consolato generale degli Stati Uniti a Milano. Siete pronti a partecipare? Con noi ci saranno: Emergency, Amnesty, gli scout del Cngei, I Sentinelli, Milano Pride, Coordinamento Genitori Democratici e molte altre associazioni ancora, oltre a molti personaggi della società civile e dello spettacolo come Pamela Villoresi, Lella Costa, Carlo Gabardini. L’elenco è veramente lunghissimo: aggiungi il tuo nome perché… una famiglia FA primavera! La ricorrenza rientrerà anche quest’anno nel quadro più ampio dell’ International Family Equality Day (NELFA) http://nelfa.org/european-meeting/internationalfamily-equality-day/.

 

Coordinamento Arcobaleno, devoluti fondi a associazione migranti Cambio Passo

Lug 09, 2015

Milano Pride 2015 e il Coordinamento Arcobaleno vogliono dare un segnale tangibile di vicinanza e sostengo ai profughi che si trovano a Milano come annunciato nel corso delle manifestazioni dell’orgoglio LGBTQIA che hanno visto sfilare a Milano 150 mila persone il 27 giugno scorso: “Milano Pride 2015 ha deciso di devolvere parte dei fondi raccolti per la manifestazione – anche in occasione della Pride square – e generi di prima necessità alle associazioni che si occupano di accoglienza. La convivenza civile si costruisce con la solidarietà”. E’ stata individuata come beneficiaria,  l’associazione Cambio Passo, un’associazione di volontariato nata con la volontà di costruire alternative possibili per migliorare le condizioni dell’accoglienza delle persone migranti. A questa associazione sono stati già consegnati due bancali di acqua offerti da Vitasnella al Milano Pride e verrà effettuato un versamento di 800 euro; fondi raccolti per il PRIDE e risparmiati dagli organizzatori per questa causa.

Milano Pride 2015, oltre 100 mila sì al matrimonio

Giu 28, 2015

150000si-mipride-sito

 

“Siamo oltre 100 mila, in piazza un sì corale al matrimonio tra persone dello stesso sesso” così il coordinamento arcobaleno, le associazioni che organizzano il Milano pride 2015.
“Il paese è pronto, ci attendiamo risposte politiche concrete a una piazza che chiede che anche l’Italia si allinei con l’Occidente nel compimento di una democrazia matura, nella quale gay, lesbiche e trans abbiano piena cittadinanza nei diritti., concludono mentre la parata sfila per le vie di Milano.

Ufficio Stampa Milano Pride 2015

 

Milano Pride è anche prevenzione – Il nuovo video di CONDOM.JUSToneWay

Giu 26, 2015

I dati raccolti dal Sistema di sorveglianza negli ultimi due decenni indicano che la frequenza e la diffusione delle MST in Italia è rilevante, e non si osserva una diminuzione del numero totale dei casi segnalati nel tempo.

Risulta evidente l’urgenza di stabilire misure di controllo da intraprendere e risorse da allocare per un’adeguata prevenzione delle MST (compresa l’infezione da HIV). In particolare, appare indispensabile programmare campagne di informazione sulle MST e sui fattori di rischio associati e campagne di educazione alla salute sessuale.

In collaborazione con il centro MTS-CRH del ASL di Milano, ALA Milano Onlus è impegnata nel progetto “La prevenzione corre sul web-contattosicuro”, una campagna di prevenzione delle malattie trasmissibili sessualmente rivolta a giovani tra i 18 e i 34 anni.

L’obiettivo è quello di aumentare la percezione di vulnerabilità del target intercettato rispetto all’HIV/MTS attraverso l’utilizzo di una piattaforma web www.contattosicuro.it, di azioni educative/informative di sensibilizzazione sul territorio e della realizzazione di video spot.

Il Video spot condom. just one way è il terzo video spot (sul sito contattosicuro.it potete visionare i video spot precedenti 1 e 2 ).

Buona visione!

COMUNE. SABATO IL MILANO PRIDE 2015: UNA FESTA DEI DIRITTI E DELLA SOLIDARIETÀ

Giu 25, 2015

1907501_910930765611617_7744016905611248058_n

Assessori Del Corno: “Milano è un grande laboratorio dei diritti, un esempio di città aperta e il Milano Pride sarà una festa dell’inclusione e della solidarietà”

Milano, 25 giugno 2015 – È tutto pronto per il Milano Pride 2015, la manifestazione organizzata dal Coordinamento Arcobaleno, dove sono attese più di 50.000 persone e che partirà alle 16.00 di sabato 27 giugno da Piazza Duca D’Aosta. L’edizione di quest’anno avrà anche una attenzione particolare al tema dei profughi: infatti, gli organizzatori hanno deciso di devolvere parte dei fondi raccolti nell’ambito delle iniziative della Pride Square e della Pride Week per la manifestazione e generi di prima necessità alle associazioni che si occupano di accoglienza.

“Milano è un grande laboratorio dei diritti con tante iniziative che la rendono un avamposto dei diritti per tutti e un esempio di città aperta per tutto il Paese – dichiarano Filippo Del Corno, assessore alla Cultura – . Il tema dei diritti va declinato a livello nazionale e allargato anche ad altri temi sociali proprio per creare un clima di condivisione e di vera rappresentanza. Per questo è importante la scelta di intervenire a favore dell’accoglienza. Il Milano Pride esprime molto chiaramente questa capacità anche in modo gioioso coinvolgendo e richiamando in una grande festa tutta la città con un messaggio di speranza e di costruzione di società sempre più a difesa dei diritti”

Già dalle 15.00 cominceranno a confluire le associazioni aderenti, i gruppi, i collettivi e le persone di ogni orientamento e identità di genere, con striscioni, bandiere e tanta voglia di attraversare Milano mostrando tutto l’orgoglio di essere persone gay, lesbiche, trans, bisessuali, asessuali e intersessuali. Ma anche per chiedere, anzi urlare, la richiesta improcrastinabile di diritti, unendosi idealmente alle altre quattordici città attraversate dall’Onda Pride. Anche alcuni carri sfileranno nel percorso che passerà da via Vitruvio, Settembrini e Pergolesi, si immetterà su Corso Buenos Aires e raggiungerà infine Porta Venezia 

“Sono anni che portiamo le nostre vite, i nostri amori e le nostre istanze nelle strade delle nostre città, e siamo stanchi di aspettare – dichiara Fabio Pellegatta, Presidente di Arcigay CIG Milano – .Per questo uno degli slogan dell’Onda Pride che coinvolge quindici città italiane sarà appunto l’urlo. L’urlo di chi non ce la fa più ad aspettare. La fame di diritti e l’accoglienza dei migranti sono i grandi temi che portiamo in piazza e che attendono risposte da parte della politica, impastata nei suoi stessi limiti. Sarà un Human Pride perché i diritti sono un valore per tutti. Per questo invitiamo tutta la società civile a scendere in piazza  per costruire e determinare assieme il significato delle parole: civiltà, rispetto e tutela, verso tutte e tutti”.

Sugli aspetti logistici e organizzativi Dario Davanzo, coordinatore dell’evento, ha spiegato: “È il primo Milano Pride che può vantare sinergie solide con la città e le aziende. Lo diciamo con soddisfazione perché in Italia è ancora molta la diffidenza nell’avvicinarsi alla popolazione omosessuale e trans. Milano Pride 2015 può contare sull’appoggio delle Istituzioni che hanno patrocinato l’iniziativa: Comune di Milano, Comune di Cinisello Balsamo, Comune di Sesto San Giovanni, Consiglio di Zona 1, 2 e 3 di Milano, Ambasciata di Svezia, Chiesa Evangelica Valdese, oltre alla collaborazione con il Pavillon Usa in Expo e il Consolato Generale degli Stati Uniti, senza dimenticare il patrocinio del Consiglio della Regione Lombardia. Questo evento si basa in gran parte sugli sforzi di tantissimi volontari delle associazioni e non che hanno di fatto costruito il MilanoPride: a tutti va il nostro ringraziamento. Non da ultimo, a sorpresa, è arrivato anche il sostegno di diversi artisti nazionali e internazionali, segno che qualcosa sta veramente cambiando”.

Alessio Salinari, rappresentante del Coordinamento Arcobaleno, dichiara: “Scendiamo ancora in strada perché la nostra comunità, i nostri amori e le nostre famiglie sono quotidianamente offesi da movimenti e da gruppi fondamentalisti religiosi. L’Italia si trova in una situazione di crisi dei valori e delle relazioni umani in cui gruppi e movimenti di fanatici agiscono liberamente, diffondendo odio omotransfobico e razzista. Torniamo a chiedere al parlamento una legge contro l’omotransfobia, il riconoscimento del diritto al matrimonio e all’adozione e il diritto all’autodeterminazione della propria identità di genere”.

M5S Lombardia e Milano: Agorà pubblica M5S a sostegno del Pride di Milano!

Giu 24, 2015

Il Movimento 5 Stelle Milano e Lombardia aderisce al Milano Pride 2015 che si terrà il prossimo sabato 27 giugno e sarà presente alla manifestazione con uno striscione. Il movimento poi, per la giornata di venerdì 26 giugno, vigilia della manifestazione, ha organizzato un’Agorà pubblica rivolta a tutti i cittadini. Sarà un’occasione per confrontarsi sul tema dei diritti civili, sul ruolo delle istituzioni e delle sue insufficienti politiche di parità e uguaglianza del Governo Renzi. Dalle ore 17, a Milano, in Via Veneto (all’altezza di Via Lecco) sarà allestito un gazebo e sarà distribuito materiale sulle tematiche lgbt. Alle 20 e 30 incominceranno  i lavori dell’Agorà pubblica.

Parteciperanno all’evento, fra gli altri, Paola Macchi e Iolanda Nanni Consiglieri Regionali del M5S Lombardia, l’Europarlamentare Eleonora Evi e il senatore Alberto Airola.

11037342_10206123944089219_5594852190082240132_n

Ci Chiamano Diversi. Un viaggio nella realtà LGBT italiana

Giu 23, 2015

Proiezione del documentario di Vincenzo Monaco

Per raccontare l’omosessualità oggi in Italia, Monaco ha raccolto spaccati di vita e di attivismo, le storie, i pensieri, le paure e i desideri di persone ritenute diverse e quotidianamente offese sulla base del loro orientamento sessuale e della loro identità di genere. Un viaggio dal nord al sud del paese per dar voce alle persone LGBT, per spiegare il desiderio di vivere la quotidianità con la persona che si ama, per smontare falsi miti e stereotipi.

Durante la serata sarà presente il registra Vincenzo Monaco, che dialogherà con la giornalista Simona Tedesco.

Ingresso libero
martedì 23, ore 21:00
Info: http://www.cichiamanodiversi.it/it/

Casa dei Diritti, via De Amicis 10

https://www.facebook.com/cichiamanodiversifilm

Migranti: accoglienza dovere democratico, generi di prima necessità da Milano Pride 2015

Giu 22, 2015
“Migliaia di persone, tra cui tanti bambini e minori non accompagnati, stanno percorrendo Il deserto africano per attraversare il Mediterraneo.  Fuggono da guerre, dittature e misera guidate dal sogno di costruirsi una vita migliore. Migliaia di persone di cui nessuno sente mai la voce, di cui non conosciamo le storie, muoiono nel deserto, finiscono in prigioni oscure, affogano nel Mediterraneo.  Di loro non rimane nulla, sabbia nel deserto e acqua nel Mediterraneo tranne il dolore dei loro cari.  I più fortunati riescono ad arrivare in italia e tanti arrivano a Milano.  Li possiamo incontrare alla Stazione Centrale” così le associazioni del Coordinamento Arcobaleno che organizza il Milano Pride 2015 il 27 giugno prossimo.
“La manifestazione del Milano Pride 2015 – continuano – si avvierà proprio dalla Piazza della Stazione.  Un incontro al contempo fisico e simbolico.  Il movimento LGBTIA di Milano sostiene I migranti, vuole una città, una regione e una nazione che dimostri concretamente quali sono I valori migliori della nostra tradizione.  Chiediamo accoglienza per tutti e tutte, esprimiamo la nostra solidarietà a chi emigra e la nostra ammirazione per il coraggio di chi rischia la vita per amore della vita. I diritti che chiediamo per noi sono diritti umani, I diritti che chiediamo per le persone migranti sono diritti umani”.
“Milano Pride 2015 ha deciso di devolvere parte dei fondi raccolti per la manifestazione – anche in occasione della Pride square – e generi di prima necessità alle associazioni che si occupano di accoglienza. La convivenza civile si costruisce con la solidarietà”, concludono le associazioni.